numero15-16 - LECARITI

Vai ai contenuti

Menu principale:

fronesis

F R O N E S I S

n. 15 (gennaio - giugno 2012)

INTERVENTI. Marco Piazza, Proust e la camera 43. Breve esercizio di meta-ermeneutica; Enzo Fantin, Frédéric Chopin: idoli della malinconia in un calco canoviano; Giancarlo Turaccio, Rosario Diana, Un ascolto iniziatico. Conversazione sulla musica acusmatica; Sabrina Martina, L’«Oriente dell’Occidente»: lo spazio delle Fiandre nell’opera di Maeterlinck; Giuseppe Girimonti Greco, Mitologemi della perdita dell’oggetto d’amore nel Canzoniere di Petrarca (appunti per una lettura neo-freudiana); Silvia Redente, Sogno e immaginazione nell’arte figurativa; Alfredo Gritti, Una Madonna fiorentina in terra lombarda.

TESTI. Christoph Martin Wieland, Anche i Greci ebbero i loro Teniers e Ostade; Christoph Martin Wieland, Estratto da una lettera a un amico.

RECENSIONI. Dominique e Séraphine. Un romanzo corso (Massimo Seriacopi); Renzo Manetti, Cavalieri del mistero. Templari e Fedeli d’Amore in Toscana (Massimo Seriacopi); Livio Santoro, Una fenomenologia dell’assenza. Studio su Borges (Tommaso Ariemma); Marco Sterpos, L’artista e il vate. L’esperienza poetica di Giosue Carducci (Massimo Seriacopi).

In ricordo di Elke Waiblinger (1963-2012).


n. 16 (luglio - dicembre 2012)
 
INTERVENTO. Fabio Guidali, In margine a una lettera inedita di Enzo Paci a Thomas Mann; Lino Gambacorta, L’oblio impossibile. Améry, Levi, Semprùn; Roberto Colonna, Alcune suggestioni meineckiane nella Disputa di Antonello Gerbi; Valeria Dattilo, Crisi e riscatto di una forma di vita. Per una rilettura della filosofia demartiniana; Mascia Cardelli, Carlo Tenca, Achille Mauri e un confronto a distanza su Abbondio Sangiorgio.
 
TESTI. Christoph Martin Wieland, Su un passo di Cicerone concernente la prospettiva nelle opere dei pittori greci (1774); Christoph Martin Wieland, Un’azione di Apelle che fu degna del suo miglior quadro (1777); Enzo Paci, Una lettera inedita a Thomas Mann (18 settembre-30 ottobre 1950), traduzione e cura di Fabio Guidali; Fornaretto Vieri, ‘L’ordine delle cose’ e altre poesie.

RECENSIONI. Antonio Firenze, Il Corpo e l’impensato. Saggio su Merleau-Ponty (Andrea Di Miele); Henri Michaux, Passaggi 1937-1963 (Giuseppe Girimonti Greco); Tre poeti contemporanei (a cura di Massimo Seriacopi): Roberta Degl’Innocenti, I graffi della Luna. Poesie; Loris Ferri, Rom (uomo); Gianmario Lucini, A futura memoria. Poesie di un decennio disumano; Gianmario Lucini, Krìsis (2011).

LAVORI IN CORSO. David M. Dei, Qualche appunto (buttato lì) su Le Bal di Irène Némirovsky; Giulia Savio, Due biglietti inediti di Francesco Salghetti-Drioli, pittore dalmata a Genova.


Torna ai contenuti | Torna al menu